Alito Training Centre

Investire nei giovani: istruzione, competenze e occupazione nel settore agro-zootecnico

Alito Training Centre
Progetto cofinanziato da: Comune di Bolzano, Ipsia Trentino

In partnership con: Diocesi di Lira, AVSI, NARO (National Agricultaral Research Organisation)

Durata: 2016- 2026







Nonostante la struttura sia della diocesi di Lira, ci troviamo ad Alito, distretto di Kole, sub regione Lango. Il Training Centre, ex-lebbrosario, è nato su richiesta della diocesi, troviamo la Scuola di Agribusiness attrezzato per accogliere corsi per la formazione agroalimentare rivolti ai giovani inoccupati o che hanno abbandonato la scuola. Accanto a questo troviamo la Fattoria, che ha come scopo quello di offrire un supporto pratico all'attività della scuola mettendo a coltivazione centinaia di ettari di terreno realizzando attività complementari alla coltivazione (conservazione, commercializzazione e sperimentazione nuove tecniche e nuovi prodotti) e all'allevamento degli animali. Ormai la struttura si è consolidata in questi anni ed è diventata un vero e proprio punto di riferimento nella zona.

Dal 18 marzo 2020 la scuola di formazione in agribusiness, come tutte le strutture educative del Paese, è stata sospesa a causa delle restrizioni Covid-19. Da ottobre 2021 la scuola sta cercando di ripartire per tornare a essere operativa al 100%

Obiettivo generale:
contribuire all'eliminazione della povertà, della fame e della disoccupazione dei giovani agricoltori ugandesi, attraverso la formazione nel settore agroalimentare ad Alito, Lira, regione del Lango.

Obiettivi specifici:
migliorare le opportunità di sostentamento dei giovani agricoltori attraverso lo sviluppo di competenze volte ad aumentare le opportunità di lavoro attraverso l'accesso alla formazione in agribusiness.

Il training centre ospita diversi corsi di formazione in agricoltura e zootecnia. Possiamo definirlo un "contenitore" dove all'interno vengono realizzati progetti finanziati e in collaborazione con diverse ong, enti, associazioni. Qui di seguito vengono elencati i progetti in corso e quelli realizzati negli anni

I PROGETTI IN CORSO
Progetto SAY finanziato da AVSI
Il progetto prevede corsi di formazione avanzati in orticoltura e trazione animale, produzione e gestione del pollame, operatori veterinari di villaggio e operatori per la gestione di trattori. I corsi si svolgono per un periodo di 4 mesi e coinvolgeranno 116 ragazze e ragazzi a partire da ottobre.

Progetto Alito 2.0 finanziato da Bando Coopen (Fondazione Cariplo – Fondazione Compagnia di San Paolo in collaborazione con Cariplo Factory, Tiresia, Politecnico di Milano, Jengalab)
Il progetto intende promuovere l'agricoltura sostenibile grazie all'utilizzo di nuove tecnologie che permettono una migliore gestione delle risorse, una maggiore produttività e la valorizzazione della filiera agroalimentare, dalla semina alla vendita. 
Il progetto introdurrà l'uso di nuove conoscenze in ambito agricolo, basate sull'uso ragionato di tecnologie semplici ma efficaci migliorando la loro conservazione grazie a processi avanzati di stoccaggio e alla possibilità di usufruire di celle refrigerate per la conservazione, aumentando così le opportunità di vendita sui mercati, non solo locali, ma anche a livello nazionale e internazionale. Il progetto, partito a ottobre, mira a coinvolgere 300 giovani e donne e avrà una durata complessiva di 9 mesi.


I PROGETTI NEGLI ANNI

Progetto LEAD finanziato da VSO (2017-2019).
La formazione in agribusiness per circa 330 giovani tra i 16 e i 25 anni provenienti dalla zona di Lira, nel nord dell'Uganda si è conclusa nel 2019. Il progetto è stato finanziato per il 70% dalla organizzazione inglese VSO (Voluntary Service Overseas) e per il 30% da AMCS e da altri donatori della Diocesi di Lira.
È un progetto pilota che ha visto la riqualificazione del sito dell'ex lebbrosario di Alito per destinare la struttura alla formazione dei giovani al fine di incrementare le loro competenze e le capacità in attività di agribusiness rilevanti per il mercato. In particolare, il progetto si è rivolto ai giovani che lavorano la loro terra, che sono inoccupati o che hanno abbandonato la scuola prima del termine. In questi anni si sono consolidati anche i gruppi di "outreach program" diffondendo pratiche su orticoltura, allevamento di capre, maiali, conigli e api raggiungendo centinaia di agricoltori al di fuori della scuola. Addirittura, tra gli studenti che hanno completato il corso, 32 tra i più meritevoli sono diventati dei"lead farmers" cioè ora sono loro stessi dei "facilitatori" insegnando le tecniche di agricoltura nei loro villaggi. Ognuno segue un gruppo di 25 persone.


Progetto EGO- enhancing green opportunities, finanzato da UE  e in partnership con AVSI (1°luglio 2019 – 31 dicembre 2020).
I facilitatori di AMCS, nell'ambito del più ampio progetto EGO, hanno tenuto 6 mesi di corsi di formazione in loco su tecniche innovative di agribusiness nelle sub-counties di Aromo e Ogur (distretto di Lira). Da febbraio 2020 inizieranno le attività di supporto e di inserimento dei beneficiari nel mercato di agribusiness locale, con corsi specifici e una continua collaborazione tra AMCD, beneficiari, AVSI e altre entità locali. 

Progetto finanziato da AICS-Adjumani (14 settembre – 14 dicembre 2019).
L'Alito Training center ha ospitato 81 studenti provenienti dal distretto di Adjumani per un corso di formazione in agribusiness di 3 mesi. I ragazzi sono stati selezionati grazie al progetto di "Supporto multisettoriale agli sfollati e rifugiati sud sudanesi nel distretto di Adjumani" in cui AMCS era coinvolta. Se ci fermiamo un secondo a riflettere, capiamo la grandezza di questa attività: siamo riusciti a coniugare due progetti che si trovano a 200 km di distanze riuscendo a valorizzarli entrambi.


Per leggere la Lettera di Ringraziamento per i risultati del 2020 del settore acqua cliccando qui
Puoi leggere la Scheda Sintesi dei risultati del progetto nel 2020 cliccando qui


Supporta la nostra attività in Italia e in Uganda